Il trattamento di vapore è un trattamento finalizzato al benessere fisico e psichico di colui che lo effettua. I benefici che si ricavano con questa tecnica sono numerosi e coinvolgono non solo l’intero corpo, ma anche il viso, tant’è che sempre più persone – soprattutto se adulte ed avanti con l’età – si approcciano ad essa.

In questo articolo andremo a concentrarci proprio su quest’ultimo aspetto ed indicheremo i vantaggi ed i benefici principali che un trattamento al vapore è in grado di apportare alla pelle del viso.

Cos’è un trattamento con il vapore

Prima di analizzare insieme i vari aspetti su cui il trattamento incide per quanto riguarda i tessuti del viso, è importante spiegare in breve in cosa consiste e come funziona.

Il bagno di vapore o bagno turco è un trattamento di benessere fisico e psichico che ha luogo in un ambiente apposito in cui l’umidità presente è in grado di raggiungere persino il 100%. La temperatura minima si aggira intorno ai 40 °C, quella massima raggiunge picchi di 60. Se non altro il trattamento a base di vapore ha come obiettivo ultimo quello di indurre l’individuo alla produzione di sudorazione spontanea, al fine di eliminare dal corpo scorie e tossine in eccesso.

Grazie al vapore che si genera i vasi si dilatano, favorendo in tal modo la sudorazione e di conseguenza l’espulsione di liquido in eccesso; in più la circolazione migliora, l’epidermide si purifica e si rigenera visibilmente ed il sistema nervoso si attiva al punto tale da reagire positivamente e diminuire lo stress. All’interno dell’organismo avviene anche un rinnovamento cellulare che lascia apparire la pelle più luminosa, più viva e più sana.

Il trattamento prevede lo svolgimento in due fasi distinte: la prima prevede una seduta di circa 15 minuti all’interno di una stanza chiusa in cui pervade umidità e calore eccessivi; è importante restare seduti o sdraiati ed attendere il termine del trattamento. La seconda fase prevede l’immersione del corpo all’interno di acqua gelida per meno di un minuto, al fine di tonificare la pelle e stabilire un riequilibrio termico.

Vapore viso, tutti i benefici

Contrariamente a quanto comunemente creduto, il bagno turco non apporta benefici unicamente al corpo, ma ne riserva una serie anche per il viso. Tra i tanti che è in grado di trasmettere vediamo di seguito quelli più efficaci.

  • Purifica e deterge la pelle del viso, eliminando ed espellendo le scorie e le tossine in eccesso mediante la sudorazione indotta dal vapore. In tal modo appare più liscia, luminosa e tonica.
  • Distende i muscoli del viso ed aiuta a rilassarli, grazie al vapore generato all’interno della stanza; esso elimina i segni dovuti allo stress e lascia che la pelle appaia più giovane e rinvigorita.
  • Elimina le rughe e rende la pelle visibilmente ringiovanita, liscia e tonica. Il vapore migliora la circolazione sanguigna, dilata i pori, ringiovanisce la pelle e permette al viso di assorbire meglio qualsiasi tipo di crema o olio che di conseguenza avrà un effetto più rapido ed efficiente.

Trattamento di vapore fai da te per il viso

Il trattamento di vapore al viso è sempre più praticato da professionisti del settore, tuttavia è possibile eseguirlo comodamente da casa e gli effetti che si ottengono sono pressoché identici. Un trattamento al vapore fai da te è dunque possibile grazie all’esecuzione di una serie di passaggi che andremo ad elencarvi di seguito, specificando nel dettaglio le azioni da eseguire.

  1. Versare dell’acqua all’interno di una pentola e posizionarla sul fuoco, aspettando che raggiunga l’ebollizione. La quantità varia di norma dai 250 ml ai 500.
  2. Approfittarne per lavarsi il viso nel mentre che l’acqua raggiunge il bollore, utilizzando un detergente adeguato al proprio tipo di pelle. Struccare occhi, bocca e guance nel caso in cui fosse necessario ed eliminare qualunque forma di impurità presente sul volto, così da evitare che le stesse penetrino all’interno dei pori una volta dilatati grazie all’azione del vapore. È fondamentale non irritare eccessivamente la pelle, dunque non utilizzare detergenti esfolianti e/o aggressivi e non strofinare con l’asciugamano, preferendo invece la tamponatura.
  3. Se disponi di una ciotola di vetro o ceramica abbastanza ampia versa l’acqua bollente al suo interno, altrimenti utilizza la pentola stessa. Poggia il recipiente su dei stracci asciutti, posti a loro volta al di sopra di un ripiano. Fondamentale per quanto riguarda questo passaggio è il non utilizzare contenitori di plastica che potrebbero risultare particolarmente dannosi e l’aspettare che la pentola si raffreddi abbastanza prima di avvicinarci il viso.
  4. Aggiungere oli essenziali all’interno dell’acqua, così da lasciare che penetrino all’interno dei pori con estrema semplicità e migliorino l’efficienza dei risultati, garantendo un miglioramento del benessere fisico e psichico. Ricordatevi di non inserirli quando l’acqua ancora bolle, ma di attendere qualche minuto, così da evitare che evaporino. In alternativa agli oli essenziali si possono utilizzare tè, tisane e camomille.
  5. Coprire le spalle e la testa con un asciugamano, così da lasciare che il vapore si concentri sulla pelle e non si disperda nell’aria. Avvicinati al vapore al punto da sentirlo abbastanza ma senza scottarti o sforzarti di respirare.
  6. Non superare 10 minuti di trattamento, in quanto potrebbe altrimenti rilevarsi dannoso soprattutto per coloro che soffrono di acne e di altre imperfezioni simili. Ridurre e dimezzare il tempo se necessario, oppure impostare un timer per accertarsi di non prolungarsi troppo.
  7. Utilizza una maschera per purificare al meglio i pori, in quanto già dilatati grazie all’effetto del vapore e lascia che agisca almeno 10 minuti prima di risciacquare la pelle ed asciugarla. Il nostro consiglio è quello di utilizzare una maschera all’argilla oppure il miele e/o una miscela di quest’ultimo con la farina di avena. L’importante è non utilizzare alcun tipo di esfoliante, soprattutto se aggressivo, poiché potrebbe danneggiare, irritare ed infiammare la pelle.
  8. Utilizza un tonico, così da permettere ai pori di restringersi in maniera graduale e spontanea. Assicurati di applicarne una dose moderata con l’utilizzo di un dischetto di cotone. Se non hai alcun tipo di tonico puoi sostituirlo con delle alternative: miscela di acqua e limone o miscela di aceto ed acqua.
  9. Idrata la pelle utilizzando una crema idratante a base di oli, aloe o burri.