Il vapore è utilizzato sin dai tempi più antichi come trattamento finalizzato al benessere fisico e psichico. È impiegato nell’esecuzione del bagno di vapore, il quale prevede una permanenza non troppo lunga all’interno di un’apposita stanza, in cui sono presenti calore ed umidità tali da permettere una sudorazione ed una vasodilatazione naturale e spontanea e di altri trattamenti per la cura ed il benessere del corpo.

I benefici che il vapore è in grado di apportare al corpo sono numerosi ed è per questo motivo che andremo ad analizzarli nello specifico nel seguente articolo.

Vapore: benefici corpo

Grazie alla sudorazione ed alla vasodilatazione generata dal vapore è possibile ottenere una serie di benefici sia fisici che psichici, a partire dal miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica e dalla vasodilatazione, nonché dalla rigenerazione dei tessuti e da una conseguenziale riduzione dell’infiammazione.

Effettuare un qualsiasi trattamento di benessere col vapore produce una serie di effetti rilassanti sul sistema nervoso, aiutando in tal modo a combattere lo stress, ragione per cui resta particolarmente praticato e diffuso. In particolar modo sono la vasodilatazione e la sudorazione ad apportare i benefici maggiori, permettendo in tal modo di espellere scorie e tossine dal corpo, purificando l’epidermide che di conseguenza appare più tonica, limpida e liscia.

Anche la respirazione viene favorita dall’esecuzione del trattamento, tuttavia è importante assicurarsi di essere costanti e di effettuarlo almeno due volte a settimana. Dopo averli esplicati in maniera superficiale, andiamo ad elencare di seguito i principali benefici che il vapore ha sul corpo.

  • Miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica: come accennato già più volte, grazie al passaggio improvviso tra caldo e freddo i vasi sanguigni si dilatano, consentendo in tal modo una traspirazione maggiore ed un’agevolazione della circolazione sanguigna e linfatica.
  • Rigenerazione e purificazione della pelle: si tratta di benefici scaturiti dall’eccessiva sudorazione che il trattamento è in grado di generare. Dilatandosi, i pori della pelle sono in grado di espellere con maggiore facilità le scorie in eccesso, le tossine e di eliminare le impurità superficiali, mostrando di conseguenza una pelle più tonica, liscia e pulita.
  • Rilassamento fisico e mentale: il bagno turco o bagno di vapore è impiegato solitamente per la risoluzione di problemi legati allo stress e per favorire un buon riposo notturno; l’effetto del vapore è anche in grado di eliminare il senso di fatica e pesantezza, in quanto capace di contrastare dolori muscolari ed articolari.
  • Risoluzione di problematiche legate alla respirazione: l’umidità che si genera nell’ambiente scioglie i muchi e contrasta l’effetto secco generato dalla mucosa sulle labbra, risolvendo in tal modo le problematiche relative alla respirazione. Se non altro l’utilizzo del vapore come trattamento di benessere è l’ideale nel periodo invernale, soprattutto per coloro che soffrono di allergie e/o sono costantemente malati ed influenzati.

Quello della sudorazione è un effetto del tutto naturale, capace – grazie all’eliminazione delle tossine e delle scorie – di pulire l’epidermide e ridurre acne, dermatite ed altri inestetismi della pelle.

Regole da seguire

Il vapore può avere effetti benevoli sul corpo solo se il trattamento è effettuato correttamente. Ci sono delle regole e degli aspetti da considerare prima di iniziare la seduta ed intraprendere il percorso settimanalmente. Tra le principali vi è quella di non eseguire il trattamento per più di 15 o 20 minuti, in quanto potrebbe provocare effetti collaterali e danneggiare l’organismo, anziché beneficiarne.

Inoltre è fortemente consigliato rimanere seduti e/o distesi durante un qualsiasi trattamento che prevede l’utilizzo del vapore, coperti da teli realizzati con tessuti traspiranti. Al termine della seduta è fondamentale, al fine di stabilire un riequilibrio termico, eseguire una doccia fredda di pochi secondi, così da tonificare i tessuti.

Infine è possibile aggiungere oli essenziali da lasciare evaporare assieme all’acqua, così da aumentarne l’effetto rigenerante e rilassante, oppure effettuare dei massaggi specifici, introducendo lentamente gli oli all’interno dei tessuti. Ricordiamo che prima di cimentarsi nell’effettuazione di un trattamento col vapore è sempre meglio consultare il parere di un esperto ed eseguirlo solo se non si è particolarmente sottoposti a determinate patologie. Se soffrite di pressione alta o bassa, se avete attacchi di asma frequenti e/o patologie legate alla respirazione o alla circolazione sanguigna, assicuratevi di poter eseguire il trattamento in tutta sicurezza.

Conclusioni

I benefici che il vapore ha sul corpo sono riscontrabili nell’effettuazione di una serie di trattamenti che hanno come scopo primario il benessere dell’individuo che li effettua. Tra questi vi è il bagno di vapore, particolarmente apprezzato e diffuso, che permette alla sostanza di penetrare all’interno dei tessuti e di purificare e rigenerare l’epidermide, eliminando di conseguenza tutto ciò che è superfluo e dannoso.

Per beneficiare al meglio dei vantaggi sopra elencati è dunque opportuno eseguire almeno due volte a settimana diversi trattamenti con il vapore, senza però esagerare e strafare, al fine di evitare che la pelle venga sottoposta ad uno stress eccessivo ed inutile. Importante è anche accertarsi di non irritarla e/o strofinarla continuamente, così da impedire la comparsa di acne ed imperfezioni varie.